Edizione 2012

Tema

Nel 2012 la PAC, la Politica Agricola Comune dell’Unione Europea festeggia 50 anni e, contemporaneamente, si avvia a una delle più radicali riforme della sua storia, secondo la proposta avanzata dalla Commissione, che sarà oggetto di negoziazione durante l’intero anno, per poi essere approvata dalle istituzioni europee ed entrare in vigore, in tutti gli Stati membri, dal 2014. Non si tratta di meri tecnicismi politici e normativi, ma di una riforma che dovrà adeguare l’agricoltura europea alle nuove sfide ambientali, economiche e sociali che attendono la popolazione mondiale. Entro il 2050, infatti, gli abitanti della Terra saranno, secondo le stime, 9,3 miliardi e il 70% vivrà nelle città dove, già nel 2007, si è varcata la soglia storica del 50% di popolazione residente, rispetto alle campagne. “Nel lontano 1962 – ha dichiarato il Commissario all’Agricoltura e allo Sviluppo Rurale, Dacian Ciolos – gli europei erano per lo più preoccupati di procurarsi un’alimentazione sufficiente. Attualmente la sicurezza alimentare rimane importante, ma sono emerse anche preoccupazioni nuove, quali i cambiamenti climatici e l’impiego sostenibile delle risorse naturali”. Ecco allora l’importanza di riflettere, anche in Italia, su quali possano essere le ricette per conciliare la produzione agricola con la sostenibilità ambientale, favorendo il ricorso a metodi biologici e biodinamici, riducendo l’impiego di fertilizzanti e concimi di sintesi – che impoveriscono e inquinano il suolo e aumentano le emissioni di CO2 in atmosfera – ma anche ricorrendo alla “chimica verde”, adottando forme di produzione dell’energia da fonte rinnovabile, come serre fotovoltaiche e biogas (che costituiscono, al tempo stesso, integrazione del reddito agricolo), in un’ottica di multifunzionalità che apra, sempre più, le aziende agricole anche al turismo sostenibile, alla vendita diretta e all’ospitalità didattica e formativa. Le campagne, i boschi e le foreste, in questa visione che unisce tradizione e innovazione, hanno moltissimo da offrire ai giovani e, se si saprà ricostruire intere filiere “a Km.0” sul territorio, potranno evitare un ulteriore spopolamento, offrendo invece lavoro qualificato e fornendo alla collettività quelle necessarie funzioni integrative di presidio paesaggistico e idrogeologico. Senza per questo venir meno alla primaria funzione alimentare, che dovrà comunque essere affiancata da un’improrogabile riduzione degli sprechi. Ogni anno, infatti, fino al 50% di cibo commestibile viene sprecato nelle case degli europei, nei supermercati e ristoranti e lungo la catena di approvvigionamento alimentare, mentre 79 milioni di cittadini UE vivono al di sotto della soglia di povertà e 16 milioni di persone dipendono dagli aiuti alimentari. Una situazione intollerabile, che ha visto il Parlamento Europeo varare urgenti misure per dimezzare, entro il 2025, gli sprechi alimentari e per migliorare l’accesso al cibo dei cittadini più vulnerabili. Misure che contemplano anche il ricorso all’agricoltura urbana, una pratica già molto sviluppata, nel nostro Paese, a partire dagli anni ’50, che oggi torna di estrema attualità. Sono questi i temi, complessi e interconnessi – ma vitali nella quotidianità di ciascuno di noi – su cui IMAGE 2012 chiamerà a confrontarsi gli operatori del settore, “a porte aperte”, come sempre, di fronte a un pubblico di professionisti, cittadini e studenti ai quali sarà data la possibilità di comprendere, in concreto, le opportunità e i limiti di questa “rivoluzione verde” dell’agricoltura e del sistema alimentare. Scarica il numero monografico.

Programma

Il programma del 2° Workshop Nazionale IMAGE prevede 4 tavole rotonde, tre nella giornata inaugurale del 24 maggio e una nella chiusura pomeridiana di venerdì 25 maggio, a seguito del convegno “Agricoltura Urbana”, organizzato dalla Facoltà di Agraria dell’Università di Torino. Dopo gli interventi di apertura delle autorità nazionali e locali, che introdurranno i temi dell’edizione 2012, il tavolo “Agricoltura Sostenibile” vedrà confrontarsi le visioni e le proposte delle principali associazioni di categoria del settore (Coldiretti, CIA e Confagricoltura) con quelle rappresentate dal mondo del biologico, dalle istituzioni nazionali ed europee e dagli enti di ricerca, su temi quali il “greening” nella nuova PAC, la riduzione dell’impatto ambientale e le opportunità di sviluppo sostenibile del settore. “Energie Rinnovabili dall’Agricoltura e per l’Agricoltura“ vedrà un approfondimento su tutte quelle forme di energia da fonte rinnovabile che possono consentire di ridurre l’impatto ambientale delle aziende e costituire integrazione del reddito agricolo, come il biogas, le biomasse, le serre fotovoltaiche, il biometano ecc. “Sistema Alimentare” sarà invece un tavolo nel quale i rappresentanti dell’industria agroalimentare e della grande distribuzione verranno invitati a condividere le proprie prospettive di sviluppo con il mondo dell’associazionismo (Slow Food) e sulla base di ricerche scientifiche e di mercato. “Prospettive Future” sarà infine una chiusura sul futuro che già oggi è a portata di mano, con i protagonisti dei più interessanti casi di studio e le eccellenze che contribuiscono a proiettare il Paese oltre la crisi. Ogni tavolo tematico, della durata di un’ora e mezza, vedrà coinvolti da 5 a 8 relatori– in rappresentanza delle imprese, degli enti pubblici, delle università, dei centri di ricerca e delle associazioni – chiamati a confrontarsi, in un’ottica interdisciplinare, tanto sulle prospettive di evoluzione dei rispettivi business, quanto sui limiti (tecnologici, politici e burocratici) che ancora ne frenano lo sviluppo. Al termine di ogni sessione seguirà un question time nel quale potranno intervenire sia gli “Osservatori” in sala (associazioni di categoria, rappresentanti aziendali ecc) che il pubblico. In apertura del Workshop, giovedì 24 maggio, sarà distribuito gratuitamente, ai presenti, il numero monografico 2012, mentre nella chiusura di venerdì 25 verrà presentato, in anteprima, il tema del 3° Workshop Nazionale IMAGE 2013. Scarica il documento del Programma. Scarica le tavole dei relatori.

Patrocini

Commissione Europea

www.ec.europa.eu

Regione Piemonte

www.regione.piemonte.it

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino

www.to.camcom.it

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

www.politicheagricole.it

Parlamento Europeo

www.europarl.europa.eu

Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

www.minambiente.it

Torino Smart City

www.torinosmartcity.it

Provincia di Torino

www.provincia.torino.it

Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Torino

www.to.archiworld.it

Università degli studi di Torino

www.agraria.campusnet.unito.it

Istituto Universitario di studi Europei – Torino

www.iuse.it

Ordine dei dottori agronomi e forestali Torino

www.agroforto.it

Turismo Torino e Provincia

www.www.turismotorino.org

Osservatorio per l’imprenditorialità giovanile in agricoltura

www.oigamipaf.it

Città di Torino

www.comune.torino.it


Top Sponsor

EDF ENR Solare

EDF ENR Solare combina la forza del gruppo EDF, leader mondiale nella produzione e distribuzione di energia…

Leggi Tutto

Sebigas

Sebigas S.p.a. è una società specializzata nella realizzazione di impianti a biogas e produttore di energia rinnovabile…

Leggi Tutto


Sponsor Tecnici

ARJOWIGGINS GRAPHIC

Leader mondiale nella produzione di carta per usi tecnici, artistici e pubblicitari, Arjowiggins è una società interamente controllata da Sequana, azienda quotata alla borsa Euronext di Parigi e presente in Europa, Nord America…

Leggi Tutto

MULTIUTILITY – Gruppo Dolomiti Energia

Multiutility S.p.A è un operatore nazionale certificato, che offre servizi e soluzioni integrate in ambito energetico. L’attività di Multiutility è orientata alla fornitura di energia elettrica e gas naturale e alla…

Leggi Tutto

Partners

Media Partner

Info

Il Workshop IMAGE 2012 si svilupperà in tre diverse sedi nel centro di Torino:
  • Giardino d’Inverno: ospiterà le tavole rotonde del workshop, i coffee break, il bookshop e il convegno collaterale “Agricoltura Urbana”. LA SALA SARA’ APERTA AL PUBBLICO FINO A ESAURIMENTO DEI POSTI. E’CONSIGLIATA LA REGISTRAZIONE NELL’AREA LOGIN DEL SITO, DOVE E’NECESSARIO INDICARE A QUALI INCONTRI/EVENTI DEL WORKSHOP SI INTENDE PARTECIPARE.
  • Piazzale Valdo Fusi: l’intera piazza ospiterà gli stand di sponsor e partner della manifestazione Fiori-TO e gli espositori di Flor ’12.
  • Società Canottieri Armida: sarà la location della cena di gala riservata ai relatori, alle autorità, alla stampa e agli sponsor.

Sede Workshop

GIARDINO D’INVERNO (Ex Casa Canada), Piazzale Valdo Fusi – 10123 Torino

Sede Side Event

La manifestazione Flor ’12 si svilupperà lungo un percorso sull’intero tratto pedonale di Via Carlo Alberto (inclusi il Giardino storico del palazzo della Provincia di Torino e il cortile della sede aulica della Camera di Commercio) e proseguirà su Via Giovanni Giolitti per chiudersi su Piazzale Valdo Fusi, dove avranno anche sede il convegno “Agricoltura Urbana” e i laboratori didattici “Orti e frutteti in città”.

Sede Cena di gala

SOCIETÀ CANOTTIERI ARMIDA Viale Virgilio, 45 – 10145 Torino www.canottieriarmida.it